NEWS

Incontro Amichevole

Amichevole con il Portogruaro

ULTIMA AMICHEVOLE PRIMA DELL’INIZIO DELL’ATTIVITA’ UFFICIALE 2018-2019
PRAMAGGIORE 1
PORTOGRUARO 4

GOAL: pt 5’ Pavan, 25’ Della Bianca, 38’ Casarotto; st. 5’ Costa, 17’ U. Miolli.

PRAMAGGIORE: D’Andrea (15st M. Anese), Contran, Zaccagnino, Moretti (5st Cicuto), Catto, Bettoli (42’pt Barbui), Amabile, Benedet (15st G. Anese), Bertuzzo (25st Rosa), Zlatich, Casarotto (25st Reganaz). Allenatore: Benetti.

PORTOGRUARO: Fovero (1st Verri), Fabbroni (1st Viel), Lenisa (1st Mussin), Favret (1st Bade), D’Odorico, Battiston (1st Leorato), Pavan (1st Trentin), De Cecco (1st Prampolini), Della Bianca (1st U. Miolli), Fiorin, Tonon (1st Costa). Allenatore: Maggio.

Utile test per Pramaggiore e Portogruaro alla vigilia dell’esordio stagionale nei tornei di Coppa di Prima Categoria e Promozione. Risposte tutto sommato positive per entrambi che come è noto si presentano ai nastri di partenza tra le principali accreditate al salto di categoria.
Ha vinto il Portogruaro facendo valere l’indiscutibile maggior tasso tecnico ed una preparazione in fase più avanzata rispetto a quella dei blaugrana.
Le due squadre hanno confermato di avere già un’identità di gioco ben precisa, certamente con qualche situazione, in particolar modo difensiva, ancora da affinare.
Interessante il primo tempo, dove il Portogruaro, schierato nell’ormai tradizionale 4–2–3–1, ha rotto subito il ghiaccio grazie a Pavan, abile nel fulminare D’Andrea di destro dopo un pregevole stop a seguire. Positiva la reazione del Pramaggiore che si è dimostrato in grado d’impensierire i granata con un buon sviluppo della manovra che ha mandato alla conclusione i propri attaccanti. Al 25’, tuttavia, D’Andrea si è fatto sorprendere dal perentorio colpo di testa di Della Bianca sugli sviluppi di un angolo. Il Pramaggiore è riuscito ad accorciare quando Casarotto ha sfruttato al meglio un pallone perso dalla retroguardia portogruarese, scaricando in fondo al sacco. Ripresa con il Pramaggiore che soffre la coperta corta finendo per pagare dazio. Mister Maggio, invece, ha potuto ruotare quasi per intero l’organico, mantenendo sempre un atteggiamento compatto. Non è un caso se, subito al 5’, il nuovo entrato Costa ha risolto in modo letale una mischia in area dilatando il margine di vantaggio. Questa volta il Pramaggiore non è riuscito a reagire, anzi, ha offerto ulteriormente il fianco incassando anche il poker da Umberto Miolli.

Leave a Reply