Gorghense – Pramaggiore

logo gorghense Gorghense 4 - 3 Pramaggiore
27 Ott 2019 - 14:30Stadio Comunale - Via dello Sport - 31040 Gorgo al Monticano (TV)

FORMAZIONI

GORGHENSE Amm. Esp. Numero PRAMAGGIORE Amm. Esp.
Zanchetta Andrea     1 Franzin Enrico    
Bertacchini Manuel   2 Sotgia Giuseppe  
Biasi Daniele   3 Baron Alessandro Antonio  
Peruzzetto Enrico     4 Cicuto Marco  
Rosolen Riccardo     5 Rosso Umberto    
Michelin Enrico     6 Zanon Andrea    
Anzanello Matteo     7 Casarotto Cristian    
Benedet Francesco   8 Grotto Nicola  
Faloppa Paolo   9 El Khayar Yassin  
Vettori Enrico     10 Pavan Tommaso  
Montagner Claudio     11 Mussin Alessandro    
D’Andrea Steven Antoine     12 Piovesan Joshua James    
Cella Mattia     13 Zaccagnino Alessio    
Tardivo Nicholas     14 Miolli Alessandro    
Zhovnir Ostap     15 Bettoli Alessio    
Celante Davide     16 Pavan Riccardo    
Franzin Paride     17 Reganaz Riccardo    
Candosin Alessandro     18 Bertuzzo Matteo    
Ronchese Erik     19 Madiotto Andrea    
Tanasa Valentino     20 Rosa Alex    
Franco Martin     Allenatore Piva Fabio    

Arbitro: Sig. Simone Pistolato della Sezione di Mestre.

CRONACA DELLA PARTITA

Incattivita dalla frustrazione di tre gol scaricati sul suo groppone, la capolista Gorghense, liberando tutta la sua velocità, mostra i muscoli piegando a forza un altrettanto combattente Pramaggiore, mantenendo così il comando della classifica.
I trevigiani, desiderosi di riprendere subito la corsa, sgommano sin dal fischio d’avvio sulle fasce. La partenza turbo premia immediatamente gli stessi padroni di casa. Infatti, al 5’ Faloppa crossa per Montagner, il quale, avventandosi di testa, firma il vantaggio. I gialloverdi, effettuando questo sorpasso, danno la sensazione di aver già imposto una chiara direzione al match. Già, peccato però per loro che l’allungo duri solo 2’. Ossia il tempo impiegato dagli uomini di Piva per sfondare sulla destra e servire sulla testa di Baron il pareggio.
Entrambe le sfidanti, pressandosi a vicenda e ripartendo cercando di sfruttare prevalentemente l’ampiezza mantenendo il ritmo molto alto, favoriscono continui cambi di fronte che rendono il Pramaggiore sempre più pericoloso. A confermare la tendenza è proprio il finale di primo tempo, che vede i blucerchiati sfiorare la rete con Pavan, coraggioso nel tentare il tiro in porta da calcio d’angolo ma sfortunato nel centrare solo la traversa.
Fiutato il crescente rischio, la Gorghense rientra in campo sospingendosi in avanti. Un approccio che le permette di guadagnarsi subito una punizione defilata sul centro–destra. Sarebbe la mattonella preferita da Vettori, e infatti sulla palla si presenta lo stesso regista, abile al 2’ ad indirizzare all’incrocio per il raddoppio. Il nuovo acuto sprona gli ospiti ad alzare il baricentro per rispondere. E la replica non tarda ad arrivare. Al 30’ Casarotto prova la torsione vincente, ma viene stoppato dalle braccia di un difensore. Allora, a battere il conseguente rigore ci pensa Pavan, che scarica alle spalle di Zanchetta.
Da qui in avanti, la sfida riserva un’altalena di colpi di scena. Approfittando di un cross basso dato dal devastante Sotgia, Madiotto al 32’ appoggia in rete, permettendo ai veneziani di salire avanti nel tabellino. Ancora una volta, però, l’impennata dura poco, perché al 40’ proprio un difensore ospite, nel tentativo di spazzare, trova la schiena di Rosolen, che, con il rimpallo, sorprende Franzin.
Il rocambolesco aggancio riscalda ancor di più il finale, che viene segnato da un ultimo eclatante botto: quello fatto partire al 42’ ancora da Rosolen, che batte di nuovo Franzin, questa volta di testa.
Il pirotecnico 4-3 conclusivo tuttavia non soddisfa Franco Martin: “Sono stati tre punti importanti, però abbiamo subìto troppo. Se vogliamo restare ai vertici dobbiamo migliorare tantissimo, perché in campo non stiamo bene. Abbiamo le qualità che ci possono far vincere la partita, però contro il Pramaggiore, una squadra attrezzata con giocatori buoni, siamo sempre stati in difficoltà. Penso che il risultato sia bugiardo, perché potevano vincere loro come noi. E’ già da un po’ di domeniche che subiamo tanto, bisogna cercare di trovare una soluzione per essere più squadra”.
Un po’ più sereno, invece, mister Piva: “Sono contento per il risultato finale. Purtroppo, gli episodi decidono sempre le sorti del calcio. Siamo stati poco furbi e attenti noi e più bravi loro. Stiamo giocando bene, dobbiamo solo stare attenti alle piccole disattenzioni su palle da fermo”.

(tratta da “Il Gazzettino” del 28/10/2019)

ArabicChinese (Simplified)EnglishFrenchGermanItalianJapanesePortugueseRussianSpanish