Pramaggiore – Rio A.S.D.

Pramaggiore 0 - 0 Rio A.S.D. Logo Rio ASD
12 Gen 2020 - 14:30Stadio Comunale di Pramaggiore - via Europa/Piazzale del Donatore 13 - 30020 Pramaggiore (VE)

FORMAZIONI

PRAMAGGIORE:

Titolari: Piovesan Joshua James, Sotgia Giuseppe, Baron Alessandro Antonio, Pavan Riccardo, Rosso Umberto, Zanon Andrea, Casarotto Cristian, Pavan Tommaso, Rosa Alex (sost. al 40′ st da Migotto), El Khayar Yassin, Vazzoler Alessandro (sost. al 17′ st da Mussin).
A disposizione: Franzin Enrico, Mussin Alessandro, Miolli Alessandro, Migotto Mattia, Agnoletto Francesco, De Bortoli Andrea, Cissé Mahmoud, Della Valle Nicolas.
Allenatore: Piva Fabio.

RIO A.S.D.:

Titolari: Giordano Luca, Carraro Cristian, Durante Nicola, Busatto Gioele, Pesce Michael, Vallotto Alberto, Meneghetti Mattia (sost. al 14′ st da Levorin), Pastrello Matteo (sost. al 14′ st da Michielan), Pavanetto Davide, Fabris Andrea, Pellizzato Alberto (sost. al 36′ st da Lorenzon).
A disposizione
: Marcon Mattia, Bergamo Giacomo, Lorenzon Daniel, Garoni Amos, Vianello Davide, Casarin Marco, Michielan Riccardo, Levorin Thomas.
Allenatore: Milanesi Stefano Diego.

Ammoniti: Baron, Busatto, Pastrello, Meneghetti, Fabris, Vallotto.

Espulsi: nessuno.

Arbitro: Sig. Adam Robert della Sez. di San Donà di Piave

CRONACA DELLA PARTITA

Alla fine non si sono fatti male Pramaggiore e Rio, due squadre che inevitabilmente si sono affrontate a caccia di quei punti utili per mettere nel mirino la salvezza anticipata, ma con stati d’animo ben diversi, peraltro solamente in parte legati ai risultati del turno precedente. Il motivo è una stagione che ormai, alla seconda giornata del girone di ritorno, sta incominciando a presentare i conti. E se per il Rio sta rispettando in pieno quelle che potevano essere le aspettative di una neoprossa, il cammino dei bleugrana, invece, continua ad essere ben al di sotto degli obiettivi cullati durante l’estate. Dall’obiettivo dei playoff, pur nel contesto di una classifica ancora relativamente corta, la sensazione è che da qui alla fine sarà soprattutto l’undici di mister Fabio Piva a doversi guardare alle spalle.
Dunque, a dispetto dell’etichetta del match in questione, per l’economia delle stagioni delle rispettive contendenti, si è giocato per una posta in palio piuttosto pesante.
“Prama” senza gli squalificati Cicuto e Grotto, Rio in formazione quasi tipo, con la sola defezione dell’influenzato centrale difensivo Favaretto. Ne è uscita una partita giocata su buoni ritmi, tra due squadre accorte, ben disposte in campo.
Primo tempo di netto predominio territoriale locale. I bleugrana si sono impossessati delle redini del gioco, attaccando con continuità. Tutte dei padroni di casa le occasioni migliori. Al 18’, doppia opportunità per Rosa e Vazzoler, con quest’ultimo che spreca il vantaggio a colpo sicuro sulla respinta del portiere. Sfortunati i locali poco dopo la mezz’ora, quando Rosa libera al tiro Casarotto, il quale in diagonale, a portiere battuto, vede beffardamente il pallone respinto dal palo. Il Rio cerca di agire soprattutto in contropiede, peraltro senza mai impensierire Piovesan.
Prima del riposo, al 40’, Pramaggiore ancora vicino alla marcatura, quando Vazzoler viene liberato davanti al portiere, ma anche in questo frangente l’attaccante non riesce a far meglio che calciare sul corpo di Giordano.
Non cambia il canovaccio della ripresa, con i padroni di casa che cercano con maggior insistenza la vittoria e che possono ancora recriminare sulla malasorte al quarto d’ora, quando l’incornata di Casarotto su cross dalla sinistra di Baron, scuote la traversa terminando sul fondo. Gli ospiti sono tutti in un paio di colpi di testa di Pavanetto, sui quali Piovesan fa buona guardia.
Il Pramaggiore continua a premere, ci prova sino alla fine soprattutto con Casarotto, il quale, non trovando facilmente spazi tra le maglie difensive avversarie, cerca più volte la conclusione dalla distanza, facendo sempre sibilare la sfera poco lontana dall’incrocio dei pali.
Nei minuti di recupero, invece, sempre sulla conclusione dell’esterno bleugrana, è Giordano ad estrarre dal cilindro un grandissimo intervento, andando letteralmente a togliere il pallone dall’incrocio dei pali. Il Pramaggiore insiste sino al triplice fischio, ma inutilmente. Finisce sul risultato ad occhiali.

(tratta da “Il Gazzettino” del 13/01/2020)

ArabicChinese (Simplified)EnglishFrenchGermanItalianJapanesePortugueseRussianSpanish